Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
Dottorato Internazionale in Letteratura e Filologia Italiana

Massimo Colella

 

Progetto di ricerca: Una medesma scelerata notte / il fin serà de dui miseri amanti». Riscritture e transcodificazioni del mito ovidiano di Piramo e Tisbe dal XIV al XVIII secolo

Tutor: prof.ssa Carla Molinari

 


 

Formazione

  • Si è diplomato in Discipline Filologiche e Linguistiche Moderne presso la Scuola Normale Superiore di Pisa con un lavoro di licenza dal titolo «Ma uno si specchi in quel ch’ebbe a seguire». La riscrittura della fabula ovidiana di Narciso nelle Trasformationi di Lodovico Dolce (relatori: prof.ssa Lina Bolzoni, dott. Andrea Torre; votazione: 70/70 summa cum laude; 23 giugno 2014).
  • Si è laureato in Lingua e Letteratura Italiana presso l’Università di Pisa con una tesi dal titolo «Trasmutarmi in ogni forma insolita mi giova». Metamorfosi e memorie ovidiane nella Gerusalemme Liberata (relatore: prof. Sergio Zatti; correlatore: prof. Giorgio Masi; votazione: 110/110 summa cum laude; 17 ottobre 2013).

 


 

Convegni:

  • Convegno “Rete di Idee – Scuole Superiori Universitarie” (Università degli Studi di Lecce – ISUFI, 27 ottobre 2012). Titolo dell’intervento: "Silvia da Leopardi a Zanzotto: un esercizio di intertestualità" [selected talk]
  • Convegno internazionale “Philological concerns: textual criticism throughout the centuries – Questioni filologiche: la critica testuale attraverso i secoli” (Università di Toronto, Canada, 2-4 maggio 2013). Titolo dell’intervento: "«Per me petrarchizzante come tu dici / esiste solo il girasole, Clizia». Per un’analisi del processo correttorio-variantistico degli Altri versi montaliani". [selected talk]
  • Giornata di Studi dedicata a Siro Angeli, in occasione del Centenario della nascita (Cesclans, prov. Udine, 28 settembre 2013). Titolo dell’intervento: "La permanenza e l’erranza. Per un diagramma della ricezione critica dell’opera teatrale di Siro Angeli" (presentazione del volume Per il teatro di Siro Angeli, a cura di Massimo Colella: vd. infra, Pubblicazioni). [invited talk]
  • Convegno “Rete di Idee – Scuole Superiori Universitarie” (Scuola Galileiana degli Studi Superiori, Padova, 16 novembre 2013). Titolo dell’intervento: "Achille come archetipo dell’‘umano’". Per una lettura de La cetra d’Achille. [selected talk]
  • Convegno “Persistenze o Rimozioni (IV ed.) – Piccole tessere di un grande mosaico: nuove prospettive dei Regional Studies” (Università Ca’ Foscari di Venezia, 6-7 marzo 2014). Titolo dell’intervento: "«La Sardegna è per me come un microcosmo». La Sardegna, l’Italia e l’Europa ne La scelta di Giuseppe Dessì". [selected talk]
  • Seminario intensivo del Dottorato internazionale in Italianistica (Università di Firenze / Paris-Sorbonne / Bonn) “La Storia al servizio della fiction” (Université Paris-Sorbonne, Parigi, 4-6 giugno 2014). Titolo dell’intervento: "«Tutte quelle maraviglie sono tolte dall’istorie». Fiction tassiana e cronache crociate (Liberata, canto XVIII)". [selected talk]
  • XVI Convegno M.O.D. [Società Italiana per lo Studio della Modernità Letteraria] “La funzione Dante e i paradigmi della modernità” (Lumsa, Roma, 10-13 giugno 2014). Titolo dell’intervento: "«Di quale testo di Dante parliamo?». Momenti e segnali del dantismo zanzottiano". [selected talk]
  • Convegno "Incontro con Giovanni Maltese (1852-1913)" (Torrione di Forio, Isola d’Ischia, 21 agosto 2014). Titolo dell’intervento: "«Non ho avuto altra preoccupazione che di attingere al vero». Linee e momenti, figure e forme della poesia di Giovanni Maltese". [invited talk]
  • Fourth Bi-annual Conference of E.A.M. [European Network for Avant-garde and Modernism Studies] “Utopia” (University of Helsinki, Finlandia, 29-31 agosto 2014). Titolo dell’intervento (in lingua inglese): "A case study of Montalian Modernism: Fine dell'infanzia". [selected talk]
  • Il paper "«Io cercavo il bosco o riposavo nella mia stanza tra i libri». Per una lettura critica del 'petrarchismo' zanzottiano" è stato accettato ai fini della partecipazione al XIII Convegno Internazionale A.P.I. [Association of Professional Italianists] “Antichi moderni. Gli apporti medievali e rinascimentali all'identità culturale del Novecento italiano” (University of Cape Town, Sudafrica, 4-5 settembre 2014). [selected talk]
  • Convegno di studi internazionale dedicato a Paolo Volponi “Volponi estremo” (Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, 29-31 ottobre 2014). Titolo dell’intervento: "«La notte è parallela al giorno». Ipotesi di lettura della poesia volponiana". [selected talk]
  • Congresso internazionale Letteratura dalmata italiana (Università degli Studi di Trieste, 27-28 febbraio 2015). Titolo dell’intervento: "«Principal lume della volgar lingua e poesia». Pier Alessandro Paravia lettore di Dante". [selected talk]
  • Convegno Persistenze o Rimozioni (V ed.) “Lavoro! Storia, organizzazione e narrazione del lavoro nel XX secolo” (“Alma Mater Studiorum” – Università di Bologna, 19-20 marzo 2015). Titolo dell’intervento: "Il lavoro e la battaglia. Montale traduttore di Steinbeck". [selected talk]
  • Ciclo di seminari Scrittori sugli scrittori, a.a. 2015-2016 (Università degli Studi di Firenze, 17 aprile 2015). Titolo dell’intervento: "«E tu in semiluce con Armida». Tasso e Zanzotto". [selected talk]
  • Convegno Internazionale di Studi “I novellieri italiani e la loro presenza nella cultura europea del Rinascimento e del Barocco” (Università degli Studi di Torino, 13-15 maggio 2015). Titolo dell’intervento: "«Fu già in Venezia un moro molto valoroso». Giraldi Cinzio e Shakespeare". [selected talk]
  • Seminario intensivo del Dottorato internazionale in Italianistica (Università di Firenze / Paris-Sorbonne / Bonn) “Italia, Francia, Germania: viaggi di uomini e di idee” (Università degli Studi di Firenze, 3-5 giugno 2015). Titolo dell’intervento: "«Critique en voyage». Jean-Jacques Ampère sulle orme di Dante". [selected talk]
  • Il paper "«Un altro scorrere dello spazio tempo». Spazi, paesaggi e cronotopi nei Conglomerati zanzottiani" è stato accettato ai fini della partecipazione al XVII Convegno della M.O.D [Società Italiana per lo Studio della Modernità Letteraria] “Geografie della modernità letteraria” (Università per Stranieri di Perugia, Università degli Studi di Perugia, 10-13 giugno 2015). [selected talk]
  • International Conference of the American Association of Teachers of Italian [A.A.T.I.] (Università per Stranieri di Siena, 22-26 giugno 2015). Titolo dell’intervento: "«Lo stupore che invade la conchiglia del Campo». Eugenio Montale, Siena e il sentimento del tempo". [selected talk]
  • XLIII Convegno Interuniversitario di Retorica “Latenza. Preterizioni, reticenze e silenzi del testo” (Circolo Filologico Linguistico Padovano, Bressanone, 9-12 luglio 2015). Titolo dell’intervento: "Aposiopesi e strategie del silenzio in Zanzotto". [selected talk]
  • Twentieth Biennial Conference of I.S.H.R. [International Society for the History of Rethoric] “Rhetoric across Cultures” (Tübingen, Germany, 28-31 luglio 2015). Titolo dell’intervento: "«Con righe a puntini… quasi per suggerire ‘continua’». Aposiopesi e retorica del silenzio nella poesia montaliana". [selected talk]
  • Convegno internazionale “Studi ermeneutici su simbolo, mito e ‘modernità dell’antico’ nella letteratura italiana e nelle arti dal Rinascimento ai giorni nostri” (Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano, 1-2 dicembre 2015). Titolo dell’intervento: "«La funzione polare dell’Antico». Aby Warburg tra Mitra e Giordano Bruno". [selected talk]
  • Convegno interdisciplinare “Trasparenze ed epifanie. Quando la luce diventa letteratura, arte, storia, scienza”, Anno Internazionale della Luce 2015 (Università degli Studi di Firenze, 15-17 dicembre 2015). Titolo dell’intervento: "Visioni e valenze della luce zanzottiana". [selected talk]
  • Il paper "Quotidianità 1980-81: Cavalli, Lamarque, Magrelli" è stato accettato ai fini della partecipazione al Convegno “Poesia ’70-’80: le nuove generazioni. Geografia e storia, opere e percorsi, letture e commento” (Università degli  Studi di Torino, 17-18 dicembre 2015). [selected talk]
  • Convegno internazionale “Bramosia dell’ignoto. Esoterismo, occultismo e fantastico nella letteratura italiana tra fin de siècle e avanguardia” (Università Carlo IV di Praga, Istituto Italiano di Cultura di Praga, 13-15 aprile 2016). Titolo dell’intervento: "Scritture del fantastico: Due favole metafisiche di Massimo Bontempelli". [selected talk]
  • Convegno internazionale “Giorgio Bassani: «sostanzialmente un poeta»” (Università di Varsavia, Polonia, 6-7 ottobre 2016). Titolo dell’intervento: "L’alba ai vetri. Nuove proposte di lettura". [selected talk]
  • Il paper "«Allora simile a Dafne mi trasmuto». Mito e metamorfosi nella poesia di Alda Merini" è stato accettato ai fini della partecipazione al Colloque International «Le più belle poesie si scrivono sopra le pietre». L’oeuvre d’Alda Merini à l’épreuve de la critique / L’opera di Alda Merini incontra la critica letteraria (Université Paul-Valéry-Montpellier III, Parigi, 21-22 marzo 2017). [selected talk] 
     

 

 


 

Seminari e lezioni:

  • "Dal «palustre limo» al «dolce aer puro». Per una definizione del ‘petrarchismo’ di Pietro Bembo e Giovanni Della Casa.",  Università di Pisa, corso magistrale di Letteratura Italiana, cattedra: prof. Giorgio Masi, 20 marzo 2013.
  • "Il «diadema» e il «peccato». Per una lettura del madrigale 156 di Michelangelo.", Università di Pisa, corso magistrale di Letteratura Italiana, cattedra: prof. Giorgio Masi, novembre 2013.
  • "L’«atra notte» e il «disadorno ammanto». Per una lettura dell’Ultimo canto di Saffo.", Università di Pisa, corso triennale di Letteratura Italiana, cattedra: prof.ssa Angela Guidotti, 5 dicembre 2013.
  • "«Tanto che questo capitòe al passo». Per una lettura di Morgante, XVIII, 112-150.", Università di Pisa, corso magistrale di Storia della Critica e della Storiografia Letteraria, cattedra: prof. Sergio Zatti, dicembre 2013.
  • "«Poiché ’l vostro raggio in me risplende». Veronica Gambara e Pietro Bembo.", Università di Pisa, corso magistrale di Letteratura Italiana, cattedra: prof. Giorgio Masi, 10 marzo 2017.
  • numerosi seminari formativi tenuti presso la Scuola Normale Superiore di Pisa e l’Università di Pisa.


 

Pubblicazioni:

2012
  • Un’introduzione alla Linguistica Testuale, «Quaderni del Laboratorio di Linguistica», Scuola Normale Superiore, Pisa, 11, 2012.

2013
  • L’episodio del liocorno: un’impresa ‘eroicomica’ nel pellegrinaggio gastronomico di Morgante e Margutte (Morgante, XVIII, 188-200), in «Studi Rinascimentali», 11, 2013, pp. 49-60.
  • Per il teatro di Siro Angeli, nel centenario della nascita, a cura di Massimo Colella, con premessa di Angela Guidotti, Lucca, Pacini Fazzi (“Voci di Repertorio – Quaderni”, 5), 2013.


2014

  • Silvia da Leopardi a Zanzotto. Un esercizio di intertestualità, in «Italianistica», XLIII, 1, 2014, pp. 123-132.
  • Il «diadema» e il «peccato». Per una lettura del madrigale 156 di Michelangelo, in «Rivista di Letteratura Italiana», XXXII, 2, 2014, pp. 25-44.
  • Dal «gesto» alla «bufera»: Bellosguardo e Finisterre, in «Satura», VII, 28, 2014, pp. 42-56.
  • «Vivendo e in parte vivendo». Fenoglio traduttore di Eliot, in «Italianistica», XLIII, 2, 2014 [numero monografico Beppe Fenoglio cinquant’anni dopo, a cura di Alberto Casadei], pp. 145-151.
  • «Parmi ne’ sogni di veder Diana». Emersioni seleniche nelle Rime di Torquato Tasso, in «Griseldaonline», 14, 2014 [numero monografico Lune].


2015

  • «Conducendo i sogni, / echi e fantasmi d’opere canore». Pascoli, Dandolo e l’onirismo conviviale, in «Rivista Pascoliana» [numero monografico L’opera di Giovanni Pascoli tra filosofia e scienza], 27, 2015, pp. 97-112.
  • «Di quale testo di Dante parliamo?». Momenti e segnali del dantismo zanzottiano, in La funzione Dante e i paradigmi della modernità. Atti del XVI Convegno Internazionale della M.O.D. (Lumsa, Roma, 10-13 giugno 2014), a cura di Patrizia Bertini Malgarini, Nicola Merola e Caterina Verbaro, ETS, Pisa, 2015, pp. 639-648.
  • «La notte è parallela al giorno». Ipotesi di lettura della poesia volponiana, in Volponi estremo [Atti del Convegno di studi internazionale dedicato a Paolo Volponi (29-31 ottobre 2014, Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”)], a cura di Salvatore Ritrovato, Tiziano Toracca, Emiliano Alessandroni, Pesaro, Metauro, 2015, pp. 117-133.
  • Recensione al volume di Angela Guidotti, Manzoni teatrale. Le tragedie di Manzoni tra dibattito europeo e fortuna italiana, Lucca, Pacini Fazzi, 2012 (“Voci di Repertorio – Quaderni”, 4), in «Italianistica», XLIV, 1, 2015, pp. 226-228.
  • «Fa molte belle trasmutazioni ovidiezando». Antichi commenti e metamorfosi dantesche (Inf., XXIV-XXV), in «Italianistica», XLIV, 2, 2015 [numero monografico «Nel suo profondo». Miscellanea di studi danteschi (1265-2015), a cura di Alberto Casadei, Marcello Ciccuto e Giorgio Masi, con la collaborazione di Ida Campeggiani], pp. 85-98.
  • L’«infinita beltà» e il «disadorno ammanto». Una rilettura dell’Ultimo canto di Saffo, in «Rivista di Letteratura Italiana», XXXIII, 2, 2015, pp. 51-75.
  • «La Sardegna è per me come un microcosmo». La Sardegna, l’Italia e l’Europa ne La scelta di Giuseppe Dessì, in Piccole tessere di un grande mosaico: nuove prospettive dei Regional Studies [Atti del Convegno “Persistenze o Rimozioni, IV ed.” (Università Ca’ Foscari, Venezia, 6-7 marzo 2014)], a cura di Michelangela Di Giacomo, Novella di Nunzio, Anna Rita Gori, Francesca Zantedeschi, Roma, Aracne, 2015, pp. 137-152.
  • «Io cercavo il bosco o riposavo nella mia stanza tra i libri». Per una lettura critica del ‘petrarchismo’ zanzottiano, in «Studi d’Italianistica nell’Africa Australe / Italian Studies in Southern Africa», 2015, 2 [Atti del XIII Convegno Internazionale A.P.I. “Antichi moderni. Gli apporti medievali e rinascimentali all’identità culturale del Novecento italiano” (University of Cape Town, Sudafrica, 4-5 settembre 2014)], pp. 96-112.
  • «Fu già in Venezia un moro molto valoroso». Giraldi Cinzio e Shakespeare, in I novellieri italiani e la loro presenza nella cultura europea: rizomi e palinsesti rinascimentali [Atti del Convegno Internazionale di Studi “I novellieri italiani e la loro presenza nella cultura europea del Rinascimento e del Barocco” (Università degli Studi di Torino, 13-15 maggio 2015)], a cura di Guillermo Carrascón e Chiara Simbolotti, Torino, Accademia University Press, 2015, pp. 158-172.


2016

  • Massimo Bontempelli, Venezia salva, a cura di Massimo Colella, Lucca, Pacini Fazzi (“Voci di repertorio”, 14), 2016.
  • «Principal lume della volgar lingua e poesia». Pier Alessandro Paravia lettore di Dante, in Letteratura dalmata italiana. Atti del Convegno internazionale (Trieste, 27-28 febbraio 2015), a cura di Giorgio Baroni e Cristina Benussi, Pisa-Roma, Fabrizio Serra editore (“Biblioteca della «Rivista di Letteratura Italiana»”, 23), 2016, pp. 381-386.
  • «Per me petrarchizzante come tu dici / esiste solo il girasole, Clizia». Per un’analisi del processo correttorio-variantistico degli Altri versi montaliani (1980), in Questioni filologiche: la critica testuale attraverso i secoli. Atti della Conferenza Internazionale della Graduate Students’ Association of Italian Studies (GSAIS) (University of Toronto, Department of Italian Studies, 2-4 maggio 2013), a cura di Pamela Arancibia, Johnny L. Bertolio, Joanne Granata, Erika Papagni, Matteo Ugolini, Firenze, Franco Cesati (“University of Toronto Series. Emilio Goggio Chair in Italian Studies”, 3), 2016, pp. 239-258.
  • Aposiopesi e strategie del silenzio in Zanzotto, in Latenza. Preterizioni, reticenze e silenzi del testo. Atti del XLIII Convegno Interuniversitario (Bressanone, 9-12 luglio 2015), a cura di Alvaro Barbieri e Elisa Gregori, Padova, Esedra, 2016, pp. 373-387.
  • «Monumento sì splendido di una letteratura veramente nazionale». Pier Alessandro Paravia lettore di Dante, con documenti rari, in «Studi sul Settecento e l’Ottocento», XI, 2016, pp. 69-89.
  • «Lo stupore che invade la conchiglia del Campo». Tempo e tempi di un trittico montaliano (tra Occasioni e Altri versi), in «Rivista di Letteratura Italiana», XXXIV, 2, 2016, pp. 99-116.
  • Quotidianità 1980-1981: Cavalli, Lamarque, Magrelli, in Poesia ’70-’80: le nuove generazioni. Geografia e storia, opere e percorsi, letture e commento. Selezione di contributi dal Convegno (Torino, 17-18 dicembre 2015), a cura di Beatrice Manetti, Sabrina Stroppa, Davide Dalmas, Stefano Giovannuzzi, Genova, Fondazione Giorgio e Lilli Devoto / Edizioni San Marco dei Giustiniani, 2016, pp. 133-152.
  • Visioni e valenze della luce zanzottiana (Conglomerati), in Trasparenze ed epifanie. Quando la luce diventa letteratura, arte, storia, scienza [Atti del Convegno Interdisciplinare (Firenze, 15-17 dicembre 2015)], a cura di Michela Graziani, con premessa di Luigi Dei, Firenze, Firenze University Press (“Biblioteca di Studi di Filologia Moderna”, 36), 2016, pp. 293-318.



in corso di stampa:

  •  «E tu in semiluce con Armida». Tasso e Zanzotto, in «Soglie», XVIII, 2, 2016, in corso di stampa.
  • «Un altro scorrere dello spazio tempo». Spazi, paesaggi e cronotopi nei Conglomerati zanzottiani, in Atti del XVII Convegno della M.O.D. “Geografie della modernità letteraria” (Università per Stranieri di Perugia, Università degli Studi di Perugia, 10-13 giugno 2015), Pisa, ETS, in corso di stampa.
  • La stasi e il moto: il cerchio imprigionante e il nòstos etico. Movimenti, viaggi, pellegrinaggi e anti-pellegrinaggi nel canto decimosesto della Liberata, in «Studi Tassiani», in corso di stampa.
  • «Trasmutarmi in ogni forma insolita mi giova». Metamorfosi e memorie ovidiane nella Gerusalemme Liberata. Un case study: Armida, in «Studi Tassiani», in corso di stampa.
  • «Voi avete albergato le Muse fra’ negozî». La tensione desiderativa delle fughe perenni ne Il Malpiglio secondo, in «Studi Tassiani», in corso di stampa.
  • Il lavoro e la battaglia. Montale traduttore di Steinbeck, in Atti del Convegno “Persistenze o Rimozioni, V ed.: Lavoro! Storia, organizzazione e narrazione del lavoro nel XX secolo” (“Alma Mater Studiorum” – Università di Bologna, 19-20 marzo 2015), Roma, Aracne, in corso di stampa.
  • «Con righe a puntini… quasi per suggerire ‘continua’». Aposiopesi e retorica del silenzio nella poesia montaliana, in «Rhetorica. A Journal of the History of Rhetoric», in corso di stampa.
  • «Tu che il non mutato amor mutata serbi». Ovid and Montale, in Ovid and his Metamorphosis in Contemporary Italian Literature, edited by Alberto Comparini, Oxford, Legenda, in corso di stampa.
  • L’alba ai vetri. Nuove proposte di lettura, in Atti del Convegno internazionale “Giorgio Bassani: «sostanzialmente un poeta»” (Università di Varsavia, Polonia, 6-7 ottobre 2016), in corso di stampa.
  • Recensione a Claudia Crocco, La poesia italiana del Novecento. Il canone e le interpretazioni, Roma, Carocci, 2015 (“Studi Superiori”, 968), in «Soglie», in corso di stampa.

 

Concorsi e riconoscimenti:

  • Ha partecipato negli anni 2007, 2008, 2010 a diversi certamina e competizioni nazionali e internazionali di traduzione dal greco antico e dal latino, quali il Certamen Lucretianum (Napoli), il Certamen Horatianum (Venosa), il Certamen Ciceronianum (Arpino), la Gara di Traduzione Intersemiotica (Bitonto) e il Certamen Sophocleum (Termoli). Ha vinto l’edizione 2008 del Certamen Taciteum, sezione ricerche, con uno studio sui ludi nel mondo antico. Ha partecipato nel 2007 alla trasmissione televisiva Fuori orario (RaiEducational) come ospite unico di una puntata dedicata ai Malavoglia verghiani (presentatrice Dott.ssa Anna Vinci).
  • Ha vinto numerose edizioni del Certame Internazionale Bruniano (Nola) con lavori su opere di Giordano Bruno quali il Cantus Circaeus, la Cabala del cavallo pegaseo, lo Spaccio de la bestia trionfante, il De la causa, principio et uno (es. II posto nella sezione liceali nel 2007, I posto nella sezione universitari nel 2009, nel 2011, nel 2013); sempre per le sue ricerche bruniane ha ottenuto riconoscimenti presso la Basilica Paleocristiana di Cimitile (NA) nel 2008 e presso il Castel dell’Ovo (Napoli) nel 2010.
  • Ha partecipato al Gruppo di Ricerca della Scuola Normale Superiore di Pisa sulle Accademie e sui Centri Culturali del XVII secolo, coordinato dal prof. Davide Conrieri (2011-2013).
  • Ha ottenuto da parte del Consiglio Direttivo del Centro Studi Tassiani di Bergamo, nell’ambito della valutazione del ‘Premio Tasso’ 2013, 2014 e 2015,  giudizio positivo e di dignità di stampa per alcuni suoi lavori di argomento tassiano, che saranno pertanto pubblicati sulla rivista «Studi Tassiani» (vd. supra, Pubblicazioni).

 


 

Indirizzo mail: massimo.colellaatunifi.it


 
ultimo aggiornamento: 27-Mar-2017
Unifi Dipartimento di Lettere e Filosofia Home page

Inizio pagina